Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando su questo sito, accetti implicitamente la nostra Cookie Policy.

LOGO-FIPT-PIEMONTE

logo-coni-2

Articoli

CIRCUITO NUOVE PROMESSE

Progetto sperimentale di promozione dell’attività giovanile Open/Muro 2020.

Il Comitato Regionale Piemonte, in collaborazione con il Provinciale di Asti, la C.M.S. e la partnership della ditta Cobra Tamburelli, intende avviare un progetto sperimentale al fine di incentivare la pratica dell’attività giovanile attraverso tutte le società sportive di Asti e Alessandria, che partecipano attualmente ai vari campionati Open, Indoor e Muro.
Questo progetto si integra con quelli già avviati con il mondo della scuola, che di fatto consente di praticare l’attività nelle classi del territorio, ma di fatto non incentiva l’aspetto agonistico federale, ovvero lo step successivo e quindi fuori, sui campi di tamburello e si rivolge ai bambini di fascia d’età U.10 e U.12, perché ritenuti più importanti per l’avvio di un progetto di crescita e futuro.
Lo scopo di questo progetto è quello di “premiare” le società virtuose che investono tempo, risorse ed energie nel settore giovanile, con un contributo economico e/o agevolazioni per il campionato di serie A del Muro maschile.

Consulta il seguente link per trovare tutte le informazioni necessarie:

https://www.fiptpiemonte.it/images/DOC_2020/CIRCUITO-NUOVE-PROMESSE.pdf

Progetto Racchette in Classe

Il Consiglio Federale, nell’ultima riunione del 12 ottobre 2019, ha approvato e deliberato il progetto scolastico “Racchette in Classe”, cui la FIPT partecipa in collaborazione con la Federazione Italiana Tennis Tavolo (FITeT) e la Federazione Italiana Tennis (FIT), che ne ha la supervisione.

L'iniziativa, sviluppata in accordo con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, realizzerà dunque una sinergia fra i tre sport di racchetta, ponendosi in pieno accordo con quanto previsto per la scuola primaria dalle Indicazioni Nazionali per i Curricula.

"Racchette in classe", inquadrandosi all’interno del Progetto Nazionale "Sport di Classe", è indirizzato alle tre classi finali della scuola primaria (3ª, 4 ª e 5 ª) e propone un’attività ludico-ricreativa e di giocosport, inserendo gradualmente anche l’aspetto tecnico-tattico e di confronto.

L’impianto organizzativo prevede attività in ambito curriculare, ovvero rivolta a tutta la classe, ma anche extra-curricolare, per coloro che intendano continuare l’attività oltre l’orario scolastico.

In ambito curriculare sono previsti almeno 6 incontri per ciascuna classe della durata di un'ora. In ambito extra-curriculare, le attività, si svolgeranno al di fuori dell’orario scolastico propriamente detto, presso le società che si sono rese disponibili.

Si terranno almeno quattro incontri di 1h 30', mezz'ora per ogni sport, e si disputerà anche un torneo all'italiana. I ragazzi partecipanti dovranno essere tesserati.

A conclusione, una rappresentativa provinciale degli Istituti (2 maschi e 2 femmine) che risulteranno vincenti della fase di selezione territoriale sarà ospite delle tre Federazioni per la Festa Finale Nazionale di “Racchette in Classe”, organizzata in Maggio 2020 al Foro Italico di Roma, nell’ambito degli Internazionali BNL d’Italia di tennis.

Il sostegno della Federazione alle Associazioni e Società Sportive aderenti

La Federazione sosterrà le Associazioni e Società Sportive che aderiranno e saranno in grado di realizzare le attività del progetto affiancandole nel percorso con:

  • interventi di formazione e tutoraggio degli Operatori,
  • distribuzione di materiale didattico,
  • messa a disposizione dei contenuti delle lezioni da svolgere con le Classi,
  • disponibilità di risorse da utilizzare per la realizzazione delle attività previste.

La Federazione sosterrà le Associazioni e Società Sportive che aderiranno e saranno in grado di realizzare le attività del progetto affiancandole nel percorso con:

  • interventi di formazione e tutoraggio degli Operatori,
  • distribuzione di materiale didattico (1 Kit è composto da: n° 10 Tamburelli, n° 20 Palline, 1 Guida Tecnica),
  • messa a disposizione dei contenuti delle lezioni da svolgere con le Classi,
  • disponibilità di risorse da utilizzare per la realizzazione delle attività previste.

La FIPT promuoverà, inoltre, l’organizzazione in ambito territoriale di una serie d’incontri con i referenti federali del progetto, volti alla formazione dei tecnici territoriali circa i temi della promozione sportiva e i dettagli del Progetto “Racchette in Classe”.

Per tutte le associazioni che andranno a realizzare le attività di progetto è previsto un incentivo economico costituito da una quota fissa, alla quale verrà aggiunta un’ulteriore quota che verrà determinata in relazione al numero di ragazzi coinvolti e tesserati.

Nello specifico:

  • contributo pari ad euro 120,00 per affiliazione gratuita alla FIPT per 50 circoli FIT e 50 circoli FITeT nelle province dove non sono presenti affiliati FIPT (80,00€ affiliazione + 10 tessere da 4€ cad.);
  • verrà destinata, inoltre, una quota contributo forfettaria di € 200,00 alla società con maggior numero di tesserati riscontrati al termine del progetto per in ogni regione;
  • verrà destinato un contributo di € 2,00 per ogni allievo partecipante al Progetto che verrà tesserato da un circolo/società affiliato alla FIPT, fino ad un massimo di 50 tesserati;

Recapiti e riferimenti

IL TERMINE PER L'ISCRIZIONE E’: 30 NOVEMBRE 2019

Per eventuali chiarimenti o approfondimenti relative alle modalità di attuazione del progetto è possibile contattare il Referente federale Prof. Quinto Leonardi mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., scrivere al recapito Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare alla segreteria federale Dott.ssa Sara Pucciatti (06/32.72.32.14).

Per esigenze collegate al tesseramento degli alunni è possibile, inoltre, contattare telefonicamente il Sig. Giovanni Crosato (0376/36.82.46) oppure scrivere alla e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per maggiori informazioni e chiarimenti consultare:

http://www.federtamburello.it/news/24-federazione/3231-racchette-in-classe,-al-via-la-nuova-stagione-2019-2020.html

Scarica la brochure del progetto: 

http://www.federtamburello.it/images/News_2020/racchette_in_classe/Progetto_Racchette_in_Classe_2020.pdf

Scarica il modulo di autorizzazione per la partecipazione / richiesta di tesseramento / consenso trattamento dati stagione 2019-2020:

http://www.federtamburello.it/images/News_2020/racchette_in_classe/autorizzazione_partecipazione_racchette_di_classe.pdf

Comunicazione utilizzo defibrillatore

In considerazione dell’imminente inizio dei campionati open 2019, in merito a quanto in oggetto, con la presente mi preme ribadire quanto già prodotto con precedenti comunicazioni (prot. 391.17 del 5 giugno 2017 e prot. n. 418.17 del 17 luglio 2017), sul “Decreto Balduzzi” l’utilizzo dei DAE - Defibrillatori Semiautomatici Esterni - ribadito e chiarito dal Decreto Ministeriale del 26 giugno 2017, dove vengono indicate chiaramente le procedure corrette per l’utilizzo e la presenza del defibrillatore in campo.

In particolare si confermano, confidando che tutte le componenti - settore arbitrale e società sportive - ne diano seguito facendo rispettare le norme e le disposizioni imposte dal suddetto decreto e dalle Linee Guida del CONI in materia di tutela sanitaria degli atleti, le indicazioni principali per il corretto utilizzo del DAE sui campi di gara durante qualsiasi tipo di attività sportiva (parte dell’allegato E del decreto Ministeriale “Balduzzi”):

-  spetta alle Società munirsi della strumentazione richiesta (articolo 5 del decreto ministeriale del 24 aprile 2013) e formare del personale atto ad utilizzare tale strumentazione;

- Il DAE deve essere disponibile, accessibile e funzionante, posizionato ad una distanza da ogni punto dell’impianto sportivo percorribile in un tempo utile per garantire l’efficacia dell’intervento, con relativo personale addestrato all’utilizzo presente sul campo.

- La società è responsabile della presenza e del regolare funzionamento del dispositivo.

Premesso tutto ciò, quindi:

1. l’arbitro designato per la gara dovrà verificare la presenza del defibrillatore, il suo posizionamento ed il suo funzionamento;

2. l’arbitro designato dovrà verificare la presenza del personale addetto con il controllo della validità del proprio tesserino;

3. sulla distinta gara della società ospitante dovrà essere certificata la presenza del Defibrillatore Semiautomatico Esterno nonché indicato il nominativo del personale designato e abilitato all’uso;

4. l’arbitro non potrà iniziare l’incontro se anche una sola delle verifiche richieste – presenza defibrillatore e/o presenza personale addetto all’utilizzo - non sia stata possibile o abbia dato esito negativo; nel caso le condizioni imposte risultassero impossibili da soddisfare, l’arbitro dovrà annullare la gara rimettendo gli atti alla Giustizia Federale per i provvedimenti sanzionatori nei confronti della società inadempiente.

Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore necessità e nell’occasione invio i saluti più cordiali.                                        

                                                                                                          Il Presidente

                                                                                                       Edoardo Facchetti

Scarica la comunicazione ufficiale: utilizzo defibrillatori e dispositivi salvavita

 

CONVENZIONE FIPT- MEDICAL LAB

E' stata rinnovata la convenzione per tutti i servizi presso i Centri Medical Lab di Asti e Torino.
Potete consultare il materiale relativo alla convenzione scaricandolo cliccando sul link al fondo dell'articolo, nello specifico troverete: 
 
- tariffario dedicato
- volantino digitale con sintesi dei servizi in convenzione
- offerta relativa alle visite medico sportive
 
Si ricorda che la convenzione non ha né costo né vincolo.
 
Il link della pagina del sito di Asti relativa ai fondi: http://www.medicallab.it/asti/fondi-sanitari-convenzionati/
Ogni centro è convenzionato con i fondi, utili per gli atleti che hanno contratto di lavoro.
 
Per qualsiasi chiarimento potete consultare: 
 
Giulia Marengo
Marketing e Comunicazione
MEDICAL LAB
Mobile: 3938296472
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.